La panace di mantegazza - Comune di Seriate (BG)

Informazioni ambientali | Stato della salute e della sicurezza umana | La panace di mantegazza - Comune di Seriate (BG)

La panace di Mantegazza (Heracleum mantegazzianum)
Una pianta rischiosa e da eliminare.

Come riconoscere la pianta

La panace di Mantegazza (heracleum mantegazzianum)
è un'ombrellifera che può raggiungere 2,5 - 4  metri d'altezza nell'arco di una stagione vegetativa.
Le foglie foglie hanno grandi dimensioni, profondamente divise, con piccioli ricchi di robuste setole.
Le infiorescenze, larghe anche mezzo metro, spuntano in estate negli esemplari di almeno due anni. La radice è ingrossata e tenace.
Originaria del Caucaso, è stata introdotta in Europa come pianta ornamentale e si sta inselvatichendo lungo le sponde dei corsi d'acqua, nei prati, in luoghi incolti.
Tende a formare comunità dense a scapito della flora locale.
Nella Bergamasca è segnalata in valle Seriana, tra Ponte Nossa e Clusone, dove sono in corso azioni per eliminarla.

Effetti sanitari

Gli effetti provocati dal contatto con questa specie e la successiva esposizione al sole, sono delle gravi dermatiti non su base allergica.
E' importante allontanare i bambini dall'area di crescita, non toccare a mani nude le piante, non ignorare il problema poichè può causare danno a persone inconsapevoli.

Cosa fare e cosa non fare

La pianta si diffonde tramite semi, anche 30.000 negli esemplari maggiori, trasportati a qualche decina di metro dal vento, oppure a lunga distanza dall'acqua. Quindi è importante intervenire prima della fioritura mediante:
- sfalcio periodico (almeno una volta al mese durante la stagione vegetativa, da aprile), gli esemplari rispuntano ma indeboliti
- eradicazione, mediante taglio delle radici almeno 10 cm sotto l'inserzione delle foglie basali per prevenire il ricaccio.

La diffusione della pianta è locale e un'attenta eradicazione può eliminare definitivamente la presenza.
Le ombrelle con semi maturi si raccolgono in sacchi da tenere chiusi ed inviare all'incenerimento con gli altri rifiuti (NON COMPOSTARE!)
L'eventuale diserbo chimico richiede perizia tecnica e attenzione all'ambiente, per eliminare gli ulteriori danni.
Tutte leoperazioni vanno eseguite con precauzione per evitare contatti epidermici: utilizzare guanti, rivestire le parti del corpo esposte, soprattutto con l'uso del decespugliatore, muoversi con attenzione tra gli esemplari.

A chi segnalo la presenza

Chiunque trova la panace di Mantegazzi è invitato a segnalarla al comune di competenza.
Per un'identificazione certa, inviare tramite mail una o più fotografie almeno delle foglie (max 2Mb) scattate da vicino a: ambiente@comune.seriate.bg.it oppure ortobotanico@comune.bg.it .
Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito dell'Orto Botanico di Bergamo http://www.ortobotanicodibergamo.it/index.php?it/178/expertise 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (14 valutazioni)