Rumore aeroportuale - Comune di Seriate (BG)

Informazioni ambientali | Fattori inquinanti | Rumore aeroportuale - Comune di Seriate (BG)

L'aeroporto di Orio al Serio è parte del sistema aeroportuale di Milano, insieme a Linate e Malpensa. Uno dei maggiori disagi delle popolazioni limitrofe a tali strutture è rappresentato dal rumore.

L'Amministrazione comunale è da sempre impegnata su più fronti per cercare di diminuire il disagio dei residenti:
- negli scorsi anni ha ottenuto che venisse installata una centralina fissa di monitoraggio del rumore in via Basse; tutti i bollettini mensili di rilevazione del rumore sono pubblici e consultabili dal sito internet della Sacbo alla pagina http://www.orioaeroporto.it/Editorial/newsCategoryViewProcess.jsp?editorialID=2280&currentMenu=2189
- ha sempre partecipato attivamente a tutte le Commissioni aeroportuali nella persona del Sindaco;
- i funzionari tecnici del comune a loro volta hanno costantemente presenziato alle riunioni del gruppo tecnico in supporto alla suddetta Commissione.

La Commissione aeroportuale è prevista dall'articolo 5 del Decreto Ministeriale 31 ottobre 1997 “Metodologia di misura del rumore aeroportuale” ed è composta da:
- ENAC (istituisce e presiede, tramite direttore circoscrizione aeroportuale)
- REGIONE LOMBARDIA
- PROVINCIA DI BERGAMO
- COMUNI DELL’INTORNO AEROPORTUALE (nella fattispecie Bergamo, Orio al Serio, Grassobbio, Seriate, Azzano San Paolo, Brusaporto, Bagnatica, Costa di Mezzate, Calcinate)
- ARPA Lombardia
- ENAV
- RAPPRESENTANTE DEI VETTORI AEREI
- SOCIETÀ DI GESTIONE AEROPORTUALE (nella fattispecie SACBO SPA)

In sintesi l'elenco degli incontri  delle Commissioni aeroportuali e delle riunioni del Gruppo Tecnico di supporto alla stessa.

Grazie a tali sforzi, finalmente nel 2010 è stata approvata la zonizzazione acustica dell’aeroporto di Orio al Serio (curve isofoniche e relative fasce previste dalla normativa). Inoltre dal 2009 il Comune è impegnato fortemente perché vengano realizzati quanto prima gli interventi insonorizzazione degli edifici residenziali del Cassinone, nell’ambito del “Bando per la realizzazione di migliorie connesse al fonoisolamento di strutture edilizie a destinazione abitativa localizzate in aree vicine all’aeroporto di Orio al Serio” approvato dalla provincia di Bergamo a seguito di un protocollo d’intesa siglato nel 2007 tra Regione Lombardia, Provincia di Bergamo e Sacbo.

Con sentenza n. 668 del 15 luglio 2013 il TAR Lombardia - sezione staccata di Brescia - ha annullato la zonizzazione acustica aeroportuale approvata in data 22 novembre 2010.

Per ulteriori approfondimenti:
http://www.orioaeroporto.it/Editorial/newsCategoryViewProcess.jsp?editorialID=4473 

Protocollo d’intesa siglato nel 2007 tra Regione Lombardia, Provincia di Bergamo e Sacbo finalizzato alla realizzazione di interventi per la tutela acustica del territorio interessato dall’aeroporto di Orio al Serio.

A seguito del protocollo d’intesa siglato nel 2007 tra Regione Lombardia, Provincia di Bergamo e Sacbo finalizzato alla realizzazione di interventi per la tutela acustica del territorio interessato dall’aeroporto di Orio al Serio, la provincia di Bergamo ha approvato successivamente (con deliberazione di giunta n. 320 del 14/5/2009) un “Bando per la realizzazione di migliorie connesse al fonoisolamento di strutture edilizie a destinazione abitativa localizzate in aree vicine all'aeroporto di Orio al Serio (realizzazione interventi di insonorizzazione e/o climatizzazione”.
Tale bando è stata divulgato ampliamente dal Comune, mediante pubblicazione sul sito internet (notizia del 1 giugno 2009) e in modo più puntuale ai cittadini presumibilmente interessati con una lettera (prot. 12866) recapitata direttamente nelle cassette postali degli immobili in questione.
Con la lettera il Comune spiegava il contenuto del bando (tipologia degli interventi ammessi, requisiti per presentare domanda, presentazione del facsimile di domanda di partecipazione e modalità di restituizione al Comune ecc..) e la scadenza per parteciparvi, fissata al 31 agosto 2009.

Gli interventi proposti dal gestore dell’aeroporto Sacbo spa, gratuitamente ai proprietari degli immobili, sarebbe stati di 2 tipi:
- a) di tipo strutturale mirati a raggiungere livelli di isolamento acustico ex DPCM 5/12/1997 (rinnovo infissi, coibentazione e sostituzione cassonetti)
- b) di ottimizzazione del comfort acustico (impianti di condizionamento aria).
I requisiti per la partecipazione previsti dal bando erano:
- immobili a destinazione d’uso solo residenziale (abitazione) con localizzazione in Seriate, entro la curva dei 65dB(A) – 75bd(A) dell’indice LVa del rumore aeroportuale (compreso margine di tolleranza di 1 dB ovvero fino ai 64dB(A));
- per gli interventi di tipo a) l’immobile doveva essere stato costruito con licenza edilizia o permesso a costruire anteriore al 3/2/1998 (data di entrata in vigore del DPCM 5/12/1997);
- per gli interventi di tipo b) l’immobile doveva essere stato costruito anteriore al 4/11/2003 (data del decreto di Valutazione di Impatto Ambientale dell’aeroporto di Orio al Serio); a tal fine alla data della domanda gli immobili devono essere totalmente (tutti i locali bagni esclusi) o parziamente (alcuni locali bagni esclusi) privi di impianti di climatizzazione e condizionamento aria.

Il bando prevedeva inoltre che il Comune si facesse carico di una consistente carico di lavoro (che è stato effettivamente svolto) ovvero che:
- entro il 31/8/2009 ricevesse all’ufficio protocollo le domande in busta chiusa e di conseguenza comunicasse ai soggetti istanti l’avvio del procedimento e se necessario chiedesse integrazioni documentali per il completamento dei dati e delle informazioni richieste nel bando (infatti la mancata ricezione della documentazione integrativa determinava il decadimento domanda);
- entro il 30/9/2009 accertasse preliminarmente l’ammissibilità delle domande ricevute e la rispondenza dei requisiti; cioè ne verificasse la corrispondenza a quanto previsto dal bando (che le domande fossero state redatte sull’apposita modulistica, fossero state debitamente sottoscritte dal proprietario dell’immobile e contenessero tutti e 4 gli allegati - scheda tecnica, mappa, planimetria catastale, copia atto proprietà - nonché copia della carta d’identità del richiedente);
- entro il 30/10/2009 trasmettesse copia di tutte le istanze e i risultati dell’istruttoria;
- individuasse un funzionario tecnico per partecipare alla Commissione tecnica (istituita dal Comitato di Indirizzo e Controllo, CIC, entro il 15/10/2009) e partecipasse agli incontri via via organizzati.

Le domande inizialmente pervenute al comune nel 2009 sono state 63; per tutte è stato eseguito l’avvio del procedimento con il quale sono state chieste anche le integrazione eventualmente. Successivamente è stata espletata per ciascuna domanda l’istruttoria per ammissibilità, consistita in controlli d’ufficio anche da parte del servizio edilizia privata (al fine di verificare la destinazione d’uso degli immobili e i riferimenti a permessi a costruire/licenze edilizie richiamati nelle singole domande). A seguito di tali controlli il Comune dichiarava definitivamente ammesse 62 domande. Per tutte le pratiche pervenute comunque veniva chiusa la prima parte del procedimento (giugno 2010).
Nel mese di settembre 2010 il Comune ha poi inviato ulteriori 62 comunicazioni perché nel frattempo si era reso necessario esperire puntuali sopralluoghi da parte dei tecnici del CNR incaricati della società Sacbo nelle abitazioni dei soggetti richiedenti (per prendere misure e verificare alcune caratteristiche dell’immobile). Tutti i sopralluoghi sono stati effettuati alla presenza di un dipendente comunale; le domande sono scese complessivamente a 61 perché per un’abitazione non è stato possibile effettuare il sopralluogo all’interno della stessa.

Tutte le tutte le domande pervenute nei diversi comuni (Seriate, Bagnatica, Bergamo, Brusaporto, Grassobbio e Orio al Serio) sono state tutte esaminate dalla commissione tecnica, che dal 2010 al 2011 ha stilato le due graduatorie, infine approvate con deliberazione di giunta n. 125 del 23 aprile 2012. In seguito a ciò il Comune ha pubblicizzato le graduatorie sul sito internet e sui tabelloni luminosi (la news viene pubblicata il 18/5/2012).
I 44 titolari degli immobili in graduatoria per gli interventi di tipo a) hanno quindi ricevuto una nuova lettera dal Comune con la quale viene chiesto loro di dare l’assenso all'esecuzione dei lavori. Le “accettazioni” o i “dinieghi” sono già stati inviati a Sacbo, con l’eccezione di 1 perché il proprietario non l'ha ancora riconsegnata al Comune; lo stesso è già stato sollecitato a trasmetterla.

Sacbo ha predisposto e inviato ai Comuni coinvolti dal Bando le schede tecniche relative ai condizionatori.
I 61 titolari degli immobili che a suo tempo avevano presentato domanda per gli interventi denominati di tipo b (ovvero impianti di condizionamento) stanno ricevendo una lettera dal Comune e dovranno dare il loro assenso all'esecuzione dei lavori proposti.
Il Comune si è impegnato a inviare a Sacbo le “accettazioni” o i “dinieghi” non appena ricevute, in modo da accelerare la conclusione delle pratiche.

I lavori di installazione degli impianti di condizionamento sono terminati a metà ottobre mentre quelli di sostituzione degli infissi verso la fine di dicembre 2013: a seguito delle rinunce in corso d'opera solo 31 abitazioni, dalle 44 iniziali, hanno ora infissi nuovi e in 53, dalle 61 iniziali, sono stati installati nuovi impianti di condizionamento d'aria.

Screening edifici residenziali e recettori sensibili, ricadenti nelle zone A e B della zonizzazione acustica aeroportuale dell’aeroporto di Orio al Serio

A seguito dell’approvazione della zonizzazione acustica aeroportuale, la società Sacbo spa ha chiesto alle amministrazioni comunali dell’intorno aeroportuale di collaborare per perfezionare l’attività di raccolta dati relativi a edifici residenziali e recettori sensibili compresi nelle zone A e B della zonizzazione.

Con nota registrata al prot. n. 15852/6/9/15 del 29 giugno 2011 ha quindi invitato il Comune di Seriate a compilare due schede-tipo appositamente predisposte per lo: 
1) screening degli immobili recettori sensibili con indicazione della tipologia edificio (pubblico/privato), destinazione d'uso (scuola/ospedale/casa di cura), ubicazione, descrizione generale edificio e strutturale, consistenza (n. aule, stanze degenza ...).
2) screening degli immobili residenziali privati con ubicazione, descrizione generale edificio e strutturale (struttura portante, dimensioni e volumi...) descrizione tecnica infissi, oscuranti, isolamento termoacustico, condizionamento)
Per quanto riguarda la scheda 1 non sono stati rilevati edifici recettori sensibili ed è stata data risposta a Sacbo con nota prot. 10238 del 25/05/2012.
Per quanto riguarda la scheda 2 il lavoro è stato condotto dal servizio ambiente ed è consistito in:
- individuazione dei residenti negli immobili interessati attraverso estrazione dati popolazione da parte dello sportello al cittadino;
- individuazione dei proprietari degli immobili attraverso incrocio dati estratti tramite software WDTRIBUTI (dopo breve corso di formazione somministrato da parte dell’ufficio Tributi) e aerofotogrammetrico con catastali e con numeri civici;
- incrocio dati già in possesso del comune (Bando Sacbo 2009) con dati dei proprietari risultanti dal programma WDTRIBUTI;
- inserimento nelle schede appositamente predisposte dei dati e delle fotografie degli immobili estratte per l’occasione tramite il programma street view di Google;
- inserimento dati pratiche edilizie post-2006 trasmesse dal servizio edilizia privata;
- inserimento nel file di accompagnamento alle schede dei dati estratti dal censimento ISTAT degli immobili riferito al 2011;
- telefonate ad alcuni proprietari per definire alcuni dubbi e incertezze;
- riunioni con assessore e dirigenti dei settori 3 e 6 per definire procedure.

L’esito lavoro:
- tutti i dati sono stati trasmessi con mail alla Sacbo via via che venivano pronti, secondo le schede da loro progettate;
- le vie interessate dallo screening sono 7 (Via Basse, via Granger, via Paderno, via Grinetta, via Roggia Martinenga, via Cassinone, via Levata);
- i numeri civici interessati in totale sono 63 (14 in Via Basse, 22 in via Cassinone, 1 in via Granger, 14 in via  Grinetta, 6 in via Levata, 1 in via Paterno e 5 in via Roggia Martinenga);
- le schede trasmesse in totale sono state “solo” 55 (di cui 22 in fascia A e le restanti in B), poiché l’immobile è stato identificato nel suo complesso, mentre in realtà può contenere più unità immobiliari;
- i proprietari invece sono 288 perchè più soggetti possono essere contestatari di uno stesso mappale/subalterno (porzione dell’immobile di cui sopra);
- è stata data risposta definitiva a Sacbo con nota prot. 11620 del 15/06/2012.

A seguito di ciò Sacbo, con nota prot. n. 11915 del 20/06/2012, ha:
- comunicato che è necessario definire e condividere con le amministrazioni comunali dell’intorno aeroportuale l’iter necessario per questa nuova fase di valutazione;
-  convocato un incontro che si è tenuto il 27 giugno a cui ha partecipato l’assessore Milesi.

Non solo rumore...

Il Comune di Seriate è molto attento anche ad altre problematiche ambientali legate alla presenza dello scalo aeroportuale di Orio.
Per conoscere la qualità dell'aria seriatese nelle vicinanze dell'aeroporto e il possibile apporto del traffico aereo, grazie a un accordo con il dipartimento provinciale di Bergamo dell'ARPA Lombardia e la società di gestione dell’aeroporto di Bergamo/Orio al Serio è stata posizionato nel 2011 in zona Cassinone un “laboratorio mobile”. La società aeroportuale ha sostenuto i costi del monitoraggio mentre il Comune quelli dell'energia elettrica necessaria al funzionamento del laboratorio mobile.
Arpa ha quindi effettuato due campagne di rilevamento degli inquinanti; la prima tra il 10 e il 27 febbraio, la seconda tra il 31 agosto e il 2 ottobre 2011.
Sono stati misurati in continuo il biossido d'azoto, il monossido di carbonio, il biossido di zolfo, l'ozono e le polveri sottili (PM10) oltre a precipitazioni e pressione atmosferica, radiazione solare media e temperatura, velocità del vento e umidità relativa. I risultati delle campagne sono riportati in due report specifici.
Durante la seconda campagna è stata inoltre effettuata un'indagine sulla radioattività che non ha evidenziato nessun fenomeno di radiocontaminazione in atto.

- Con prot. 2651 del 27 gennaio 2015 l'ASL di Bergamo ha reso noti i risultati dello "Studio epidemiologico sullo stato di salute dei residenti in vicinanza dell'Aeroporto di Orio al Serio" scarica il file  .pdf 3.10 MB

Allegati:

Verbali di commissione aeroportuale:
- verbale di commissione aeroportuale del 25 maggio 2011
- verbale di commissione aeroportuale del 10 novembre 2010
- verbale di commissione aeroportuale del 16 febbraio 2010

Decreto valutazione impatto ambientale:
- decreto ministeriale
- delibera regionale

Curve isofoniche zonizzazione aeroportuale:
- curve isofoniche
- geoportale del comune di Seriate

Bollettini monitoraggio 2012:
- gennaio 2012
- febbraio 2012
- marzo 2012
- aprile 2012
- maggio 2012
- giugno 2012
- luglio 2012

Monitoraggio qualità dell'aria:
- campagna Arpa aria 2011-1
- campagna Arpa aria 2011-2

Link utili:
- per verificare in tempo reale le rotte aeree clicca qui
- per collegarti a tutti gli aeroporti clicca qui .

 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (46 valutazioni)